Home image

L'evento

Dal 5 all’8 dicembre i saloni, le corti ed i portici del Borgo medievale di Torino ospiteranno un ricco percorso espositivo con decine di maestri, artigiani, cooperative sociali e botteghe, ciascuno con le proprie creazioni e squisitezze oltre a un fitto cartellone di appuntamenti a tema natalizio... “Il Gusto del Natale” intende offrire al pubblico torinese e non un’opportunità per prepararsi a vivere la ricorrenza più importante del nostro calendario, riscoprendone i valori più autentici, in modo gioioso e festoso. Gli splendidi spazi del Borgo medievale, secondo sito turistico più visitato della nostra città, verranno illuminati a festa e ospiteranno un inedito mercatino natalizio ispirato al buon gusto e ai valori della solidarietà. Dietro ogni oggetto, ogni prodotto ci saranno persone originali e storie da raccontare, un’idea, un’intuizione, un progetto, un valore.

A rendere magica l’atmosfera, l’allestimento del presepe dell’artista genovese Emanuele Luzzati, che verrà inaugurato sabato 6 dicembre e la mostra Carissimo Pinocchio, illustrata da Attilio Mussino, che proseguirà fino al 14 febbraio 2016. Vi aspetteranno...

Dolci e cioccolato, birre di Natale e delicatessen... ma anche showcooking di cucina delle feste delle nostre tradizioni e di quelle del mondo. Il buon cibo sarà protagonista e fonte d’ispirazione per i vostri doni, creazioni e ricette. Artigianato di pregio, creatività e design.... ispireranno le produzioni di maestri virtuosi, pronti a emozionarvi con le loro creazioni. A legare il tutto ci saranno performances e appuntamenti musicali, cori gospel e strenne natalizie, sketch di teatro di strada e giocoleria, ma anche atelier creativi e laboratori attivi per grandi e piccini. “Il Gusto del Natale” è un’iniziativa promossa dal giornalista "gastronomade" Vittorio Castellani meglio conosciuto come "Chef Kumalè", La Fondazione Torino Musei e la Cooperativa Animazione Valdocco, che quest’anno festeggia il suo 35° compleanno.



Muovere la Terra

Realizzato da Cooperativa Animazione Valdocco e il regista Alberto Coletta. "Muovere la Terra" racconta la storia di due ragazzi, Buba e Moussa, partiti rispettivamente da Gambia e Costa d'Avorio all'età di undici anni e arrivati in Libia per lavorare. Scappati dalla guerra, e arrivati nel 2011 a Lampedusa ancora minorenni, i due ragazzi sono stati accolti nella comunità per minori Alfa Apodis a Vinovo (TO) per ricominciare una vita. Il docufilm nasce con la volontà di raccontare la vita di Buba e Moussa dopo l'esperienza della comunità alloggio, attraverso dialoghi, situazioni di tutti i giorni, difficoltà di comunicazione, nello scorrere della vita e nella sfida per realizzare i propri sogni. Un racconto in prima persona, una storia per sensibilizzare e raccontare i temi dell'immigrazione e dell'integrazione da un punto di vista differente. "Dopo tanti video promozionali visti, in cui gli stranieri sono guardati come "oggetti" della nostra beneficenza, finalmente in questo film ci prendiamo il tempo di guardare la vita con gli occhi di Buba e Moussa" ha affermato il regista, Alberto Coletta.

La storia

Buba é partito da solo dal Gambia all'età di 11 anni perché non c'era abbastanza cibo per tutta la sua famiglia di 23 componenti. In Libia ha lavorato qualche anno. Moussa dalla Costa D'Avorio é arrivato in Libia per lo stesso motivo. La guerra però li ha costretti a fuggire su un barcone pieno di profughi, senza sapere dove sarebbero approdati. Dopo Lampedusa entrambi vengono accolti nella comunità per minori di Vinovo. Come vivono oggi Buba e Moussa? Buba ama il suo lavoro di giardinaggio: "In Africa coltivavo riso, arachidi, ma i fiori li ho conosciuti qui. Senza fiori senza il mondo" dice mentre sradica le erbacce che disturbano la buona crescita di piante fiorite. "Bisogna muovere la terra sotto per lasciare libere le piantine". Moussa ama suonare; è stato accolto nella banda del paese, lavora in una pizzeria perché cucinare lo fa sentire bene e in questo modo comunica anche il suo affetto agli amici. Ha difficoltà con la lingua italiana ma un buon piatto dice più di cento parole. "Mio zio cacciava i coccodrilli, la carne é buona, bianca. Ha il gusto di pesce." Le partite di calcio, il giardinaggio, la pizzeria, la banda musicale di Vinovo, le serate in relax, i corsi di lingua italiana, il loro passato come profughi lascia lentamente spazio a un sorriso che vuole costruire un futuro sereno lontano dalla guerra.


Lo stile

La Cooperativa Animazione Valdocco e il regista Alberto Coletta raccontano in questo film il risultato del lavoro della comunità Alfa Apodis di Vinovo attraverso la vita quotidiana dei due ragazzi, senza parlare di operatori sociali. L'intenzione è di raccontare come vivono oggi dopo l'esperienza della comunità alloggio, Buba e Moussa, attraverso dialoghi, situazioni di tutti i giorni, difficoltà di comunicazione, nello scorrere della vita, nella sfida a realizzare i loro sogni. Dopo tanti video promozionali visti, in cui gli stranieri sono guardati come "oggetti" della nostra beneficenza, finalmente in questo film ci prendiamo il tempo di guardare la vita con gli occhi di Buba e Moussa.

La regia

Alberto Coletta ha frequentato la Scuola di Cinema a Milano nel 1994 e successivamente si è specializzato in cinema documentario presso gli Ateliers VARAN (Parigi) e numerosi altri workshops del programma MEDIA, di EDN (European Documentary Network) e EURODOC. Dal 1995 ha lavorato come autore, regista, montatore e trainer per diverse produzioni nazionali ed internazionali. La SONY Corporation nel 2005 lo ha premiato per un uso originale del direct-cinema e alcuni suoi film oltre ad essere distribuiti su varie TV come La7 e Sky, sono stati selezionati tra i migliori documentari in Europa. Italia, 28 minuti, HD 16:9



Il Programma

Sabato 5 Dicembre

  • 11h00 | Salone Ozegna
  • Showcooking “La Cucina natalizia Love Cost” a cura di Gusti Tuscia
  • 15h00 | Salone Ozegna
  • Cori di Natale That's Christmas to me
  • 15h30 | Casa della Didattica Pellegrini
  • Workshop di ghirlande natalizie a cura di Theatrum Sabaudiae Aspettando il Natale realizzeremo assieme ghirlande e centrotavola per rallegrare la casa in maniera naturale e colorata. Intorno ad una tazza di tè, assieme alla botanica, rametti di piante sempreverdi, finemente decorati da bacche stagionali, verranno impiegati per realizzare una decorazione elegante e personalizzata, arricchita da nastri rossi e oro come vuole la tradizione.
    Costo: 10€ (comprensivo di tè e brioche e materiale didattico)
  • 16h00 | Cortile del Melograno
  • Inaugurazione del presepe di Emanuele Luzzati e Cori GOSPEL SALUTI AUTORITA
  • 17h30 -19h00 | Salone Ozegna
  • “C’è una volta”: 35 anni di Valdocco Presentazione calendario 2016 della Cooperativa Animazione Valdocco Spettacolo Pentaclown

Domenica 6 Dicembre

  • 11h00 | Salone Ozegna
  • Showcooking “Nati per Soffriggere”: il Fried Rice secondo Pamela (Nigeria), con Chef Kumalé + VideoDoc “Muovere la Terra” di Alberto Coletta, Italia, 28 minuti, HD 16:9
  • 14h00-15h30 | Salone Ozegna
  • WebGame “Gioca nei miei panni: vivere come uno straniero in Italia” con Roberta Tumiatti
  • 15h30 | Sala Cuorgnè – Casa della Didattica Pellegrini
  • La magia di Pinocchio (Trucchi) a cura di Theatrum Sabaudiae La figura della Fata turchina, madre del burattino, interviene con punizioni e con premi attraverso la magia. Ancora per magia Pinocchio si trasforma in un ciuchino e infine diventa un bambino in carne ed ossa. La magia sarà il filo conduttore dell’itinerario in mostra e a seguire, attraverso un procedimento quasi “magico”, ogni bambino sarà trasformato in un personaggio della fiaba, attraverso i pennelli, trucchi speciali, brillantini e perline dalle mani di un’abile  professionista del face – painting. Età consigliata: dai 4 ai 12 anni, Durata: 120 minuti, Costo: bambini 10 €
  • 15h30 | Saletta Cuorgnè
  • Workshop di ghirlande natalizie a cura di Cascina Giaccona
  • 16h00 | Salone Ozegna
  • Showcooking – Il Natale andino a tavola con Roxana Rondan (Perù) e Chef Kumalé
  • 17h00| Salone Ozegna
  • Presentazione del libro di Ugo Zamburru “In ciabatte sull’Orinoco”, interverrà l’autore
  • 17h45 | Salone Ozegna
  • Danze Popolari con Lorenzo Giannett

Lunedì 7 Dicembre

  • 14h00 | Dehors Salone S. Giorgio
  • Torneo MATTIXILCALCIOBALILLA a cura del Progetto MXC della Cooperativa Animazione Valdocco
  • 15h30 | Saletta Cuorgnè
  • Workshop di ghirlande natalizie a cura di Cascina Giaccona
  • 16h00 | Salone Ozegna
  • Showcooking “Nati per Soffriggere”: il Kabuli palaw, piatto afghano delle feste con Hawaldar & Chef Kumalé
  • 17h30 | Salone Ozegna
  • “35 Natali al Ferrante Aporti” Presentazione del libro di Marina Lomunno “Il cortile dietro le sbarre: il mio oratorio al Ferrante Aporti“, con Don Domenico Ricca, cappellano del Ferrante Aporti e Marco Trabucco, giornalista di La Repubblica.

Martedì 8 Dicembre

  • 11h00 | Salone Ozegna
  • Showcooking – Il Natale norvegese a tavola con Caroline Schoning e Chef Kumalé
  • 15h00 | Salone Ozegna
  • Letture a tema natalizio a cura della Compagnia Teatrale gli Instabili
  • 15h30 | Saletta Cuorgnè
  • Workshop di ghirlande natalizie a cura di Cascina Giaccona
  • 16h00 | Salone Ozegna
  • Showcooking “Nati per Soffriggere”: la cucina Rom delle feste con Luminita & Chef Kumalé
  • 17h00 | Salone Ozegna
  • Stage di Danze Popolari con Lorenzo Giannetti
  • 21h30 | Spazio 211 – Via Cigna 211 Torino
  • Concerto rock di chiusura de Il Gusto del Natale con i Truzzi Broders e la partecipazione dei Quarantena dalle Cucine Musicali di Mondovi – Ingresso libero

OGNI GIORNO PER LE VIUZZE E NELLE PIAZZETTE DEL BORGO MEDIEVALE

Spettacoli di arte circense con Cirko Vertigo Juke Box Teatrale con la compagnia teatrale The Fools Poesia di Strada a cura di Viviana Vicario Face Painting con Chiara Vigna Musiche popolari con Lorenzo Giannetti Animazione e giochi per grandi e piccini con il Ludobus Laboratorio di pasticceria per bambini con il Pa.Ka.Bu’s



Informazioni

Borgo Medievale, Torino 5-8 Dicembre 2015.
Sabato, domenica, lunedì, martedì, dalle ore 10.00 alle 19.00
L’ingresso è libero e gratuito

Vittorio Castellani
335 6647579
natalealborgo @ gmail . com

A cura di:

Chef Kumalé

Con il patrocinio di:

patrocinio

In collaborazione con:

Collaborazione